Giochi con me?

Giochi da tavolo con i più piccoli

Mr. Jack Pocket

Lascia un commento

holmesandwatson

Oggi voglio parlarvi di Mr. Jack Pocket. Spinto dal fatto che con i miei amici al mare vanto un poco invidiabile 0-6, provo a proporlo a mia figlia qualche settimana fa, nella speranza di poter vincere una partita (che fine ingloriosa, lo so…).

Il gioco è contenuto in una pratica scatoletta contenente 9 tessere di un bel cartoncino robusto in cui sono raffigurati i sospettati da un lato (con sullo sfondo una strada) e la strada senza il sospettato dall’altro lato; 9 tessere alibi e una manciata di tokens. E’ un gioco di deduzione in cui a turno un giocatore (si gioca in 2) impersona Jack lo squartatore e l’altro Sherlock Holmes, Watson ed il cane Gladstone (ho dovuto indagare anche io su internet per scoprirne il nome).

Voglio proprio sapere come descriverete Jack lo squartatore a quei poveri pargoli innocenti! Va beh potete sempre dir loro che i personaggi stanno giocando a nascondino!

Gli investigatori vincono se scoprono dietro quali sembianze si nasconde Jack, mentre quest’ultimo vince se riesce a far trascorrere abbastanza tempo (rappresentato da clessidre che si conquistano turno dopo turno) prima di essere smascherato.

Si lanciano i 4 tokens azione per aria (cosa che trovo insopportabile, ma tanto prima o poi troverò un modo per sostituirli con qualcosa di più pratico) ed in base a ciò che mostra il token si possono eseguire alcune azioni (spostare tessere, ruotarle, muovere gli investigatori…). Terminate le azioni, Jack rivela se gli investigatori, piazzati esternamente alla griglia 3×3 di tessere sospettati  puntano lo sguardo sulla figura che lo rappresenta, attraverso le strade. Se è visibile, gli investigatori gireranno sull’altro lato le tessere che non vedono, escludendoli dai sospettati; se non lo è, copriranno le tessere dei sospettati visibili.

Ho provato con mia figlia direttamente il regolamento originale: si è mostrata subito interessata a questo gioco da tavolo del nascondino e ha capito subito la meccanica, in effetti le regole sono proprio semplici. Ovvio che i piccoli sceglieranno le azioni in base a quello che serve loro per nascondersi nell’immediato, non sapranno bluffare e non riusciranno a scegliere l’azione in base a cosa lasciano all’avversario, ma risulterà comunque godibile, perché potranno e dovranno giocare autonomamente.

Se si gioca con attenzione poi, questo titolo, non è affatto banale e gli adulti troveranno pane per i loro denti: c’è bluff e c’è ragionamento dietro alla sequenza delle azioni che di volta in volta vengono estratte.

Giocatori: 2

Durata: 10-15 minuti

Risultato: mi-piace-pollice-in-sumi-piace-pollice-in-sumi-piace-pollice-in-su

CONCLUSIONI: Cosa cerchiamo quando scegliamo un gioco da fare con i nostri figli?

Proprio tutto quello che ha questo titolo: 

Regole semplici, Velocità, Divertimento/Ragionamento, Economicità, Dimensioni ridotte, Setup rapido.

Unico difetto: e’ solo per due.

Ah, dimenticavo, quando avrete imparato a giocarci, pretendo che mi spieghiate come si vince!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...