Giochi con me?

Giochi da tavolo con i più piccoli


Lascia un commento

Tikal

tikal--temple-v

 

Non l’avrei mai detto, ma Tikal è uno dei giochi che Caterina mi chiede più spesso. E’ un gioco datato, che ho acquistato in Ebay.cr (…crucchia) a due lire, ma che è sicuramente nella mia top 10 di tutti i tempi, sicuramente il capostipite dei giochi con la meccanica delle Azioni in numero limitato. Qui poi il grande Wolfgang ci ha messo la mappa modulare e le maggioranze che lavorano in maniera perfetta.

E’ uno dei migliori giochi perché con meccaniche semplicissime ti mette di fronte ad un ventaglio di possibilità spiazzanti. La conferma della semplicità l’ho avuta dal fatto che mia figlia riesce a giocarci. Sia chiaro, la strategia è un’altra cosa e in questo gioco qualche suggerimento glielo do. Ma lei si diverte a correre a prendere i tesori, collezionarli e far crescere i templi.

Con le maggioranze va sicuramente più in difficoltà; qualche problemino le prime volte lo aveva anche con i “gradini” per spostarsi da una tessera all’altra (lasciava spesso l’omino tra le tessere se non gli bastano le azioni) e deve capire bene il valore dell’omino più grande.

Ovviamente giochiamo con la versione base (senza l’asta per le tessere).

Giocatori: 2-4

Durata: 1h (in 2)

VARIANTE 1: La prima volta gliel’ho fatto provare senza la possibilità di far cresce i templi per insegnarle a capire la meccanica del movimento degli omini e per aiutarla a contare le azioni mi sono stampato questo contatore che ho creato personalmente:

azioni Tikal

Inoltre le prime partite le ho fatte terminare prima (lettera C delle tessere esagonali), per una durata di circa 30 minuti.

Risultato: mi-piace-pollice-in-su

VARIANTE 2:Visto che continuava a chiedermi di giocarci, abbiamo aumentato la durata (fino ad esaurire le tessere) ed introdotto la crescita dei templi. Rispetto al regolamento ufficiale, però, non ho ancora introdotto la regola che salendo sul tempio, tutti gli altri del proprio colore se ne tornano a casa (vedi figura in alto, che spiega il motivo).

Risultato: mi-piace-pollice-in-su mi-piace-pollice-in-su

Il gioco ovviamente non sarà alla pari (ma nemmeno Fantascatti lo è, dal punto di vista inverso!!!), ma riuscirete a giocarci. Pian pianino comincerà a capire dove e come è meglio piazzare le tessere e come andare a prendersi le maggioranze.

CONCLUSIONI:

Questo gioco è comunque da avere. Non è un gioco per bambini piccoli, ma, come avete potuto leggere, ci si riesce a giocare e anche loro si possono divertire in qualche modo; in più, avrete per le mani uno dei migliori titoli in circolazione.